Tutte le news

14/06/2015

Il raggiungimento di un milione di visite volevamo celebrarlo diversamente, ma siamo stati colti di sorpresa da una improvvisa accelerazione dei contatti. E così ci ritroviamo ad aver perduto l'immagine della cifra tonda, quell'uno con sei zeri (1.000.000: cose da pazzi!) che - confessiamolo - tanto ci riempie d'orgoglio. Perché non abbiamo mai fatto nulla per promuoverlo questo sito, nato per semplificare le comunicazioni ad amici e parenti in occasione delle nostre zingarate. Chi ci capita dentro rimane evidentemente preso e coinvolto dalla serialità del racconto, vuol sapere com'era andata a finire, torna a visitarci più volte. Girodelmondo é diventato un'enciclopedia e non vogliamo nemmeno pensare a quello che accadrà esattamente fra un anno, il 14 giugno 2016: saremo partiti da un paio di giorni per l'ultima Pechino-Parigi della nostra storia, avremo da poco lasciato Zamin Uud, confine cino-mongolo, diretti a Onderhill, povero villaggio di tende nel nulla del deserto del Gobi. Il miraggio della capitale Ulaan Bataar, per la prima sosta del rally, ancora lontano 500 chilometri di pietre e di sabbia. Seguiteci, seguiteci…

12/06/2015

Come dicevano quelli che stavano facendo il soldato? "365 giorni all'alba"...Ecco, siamo in questa condizione, fra un anno saremo in volo per Pechino. L'auto ci starà già aspettando, dovremo ritirare la targa e le patenti cinesi, prepararci per le verifiche, partecipare al briefing, svegliarci prestissimo per essere puntuali alla cerimonia di partenza sotto la Grande Muraglia, 12 giugno 2016. Dovremmo essere 113, provenienti da 26 paesi diversi. L'auto più vecchia? Una La France del 1915, trasmissione a catena, 14.500 di cilindrata. Dopo la Cina, nove giorni nel nulla della Mongolia, steppe siberiane, Urali e Carpazi, Budapest, Trento, place Vendôme il 17 luglio. Racconteremo tutto su questo sito, come sempre, nella sezione dedicata ai grandi rally. Diario di bordo quotidiano con foto e, possibilmente, brevi filmati. Nel frattempo, probabilmente fra una settimana, i visitatori di www.girodelmondo.com avranno superato il milione.

31/05/2015

Dopo tanti successi come cronometrista nelle gare di regolarità, Roberto Degli Esposti si é affermato in un'altra disciplina: ha vinto a Perugia il campionato regionale di Dama italiana prevalendo su una schiera di avversari molto agguerriti. Il torneo si é svolto nella sede del circolo damistico di Ferro di Cavallo secondo le regole della Federazione e ha visto la partecipazione di giocatori tesserati provenienti dal centro Italia. La conquista del titolo di campione regionale spalanca a Roberto nuovi orizzonti anche in campo nazionale e - perché no? - internazionale...

18/04/2015

Un mese in America Centrale, da Panama a Vera Cruz, il grande porto messicano. Seimila chilometri e sette nazioni, dal 16 febbraio al 16 marzo dell'anno prossimo. Strade sempre asfaltate e iscrizioni aperte a qualsiasi tipo di auto storiche. Organizza John Bridgen che può vantare al proprio attivo lo svolgimento di grandi rally in Asia e in America. Questo evento promette superbi scenari, classici hotel coloniali, foreste, vulcani e soprattutto una scorpacciata di tutti i siti archeologici del grande impero dei Maya. Il costo (16.750 sterline) può essere definito contenuto considerando gli standard inglesi. Certo, poi bisogna aggiungere le spese per il container e i voli, ma si tratta di una grande esperienza di vita e motori. Tutti i particolari su www.bespokerallies.com

15/04/2015

Il circuito Città di Avezzano sta diventando un must, il passaparola ha varcato addirittura i confini italiani e ci sono pochi ma solidi motivi per spiegare un simile successo. Innanzi tutto é una bellissima manifestazione, col circuito cittadino in notturna, migliaia di appassionati a fare ala e applaudire i concorrenti, tutti rigorosamente a bordo di auto roadster e barchetta. Poi, la "notte bianca" che si svolge in piena estate é un'attrazione speciale. Infine si é ospiti degli organizzatori. I quali anche quest'anno hanno bandito l'uso di computer e diavolerie varie: solo i vecchi cipolloni per spaccare il centesimo. E pare che ci sarà pure una classifica riservata ai giornalisti...

24/03/2015

La vecchietta di casa (la mamma di Roberto) ha compiuto cent'anni, l'abbiamo festeggiata in famiglia, noi due figli, i tre nipoti, le nuore. Lei continua a dire che non ci sente più (ha passato parte della giornata a rispondere a tutte le telefonate di auguri), che ci vece poco (non si é persa la puntata di "Un posto al sole"), che non si ricorda più niente (però continua a fare le parole crociate della Settimana Enigmistica!). Un secolo di vita é un bel traguardo. Arrivarci nelle sue condizioni fisiche e mentali é un augurio da fare a chi si vuole bene davvero.

22/03/2015

Bel successo italiano al XVI Rallye di Montecarlo per auto alimentate con energie alternative. Ha vinto l'equipaggio formato da Nicola Ventura e Guido Guerrini che con la loro Fiat 500 Abarth a metano hanno preceduto l'Alfa Romeo Giulietta di Massimo Liverani. Terzo posto per la Toyota Prius di Christophe Poncet. Quasi cento concorrenti si sono concentrati nel Principato di Monaco già da venerdì per affrontare sette prove speciali e mille chilometri di gara. Un piccolo giallo ha scombussolato il primo giorno la classifica per via delle pesantissime penalità affibbiate a ben 64 concorrenti per un eccesso di velocità in un tratto dove vigeva il limite di velocità di 50 chilometri orari. Ma si trattava di un test in cui si doveva mantenere la media di 49,300 all'ora. La direzione di gara alla fine ha cancellato le penalità considerando che i concorrenti partivano da fermo e che per raggiungere la media imposta era inevitabile superare nel tratto iniziale i 50 all'ora. Ventura-Guerrini, noni assoluti dopo le prime tornate, si sono scatenati nei tratti più impegnativi e, con una condotta di gara davvero impeccabile, hanno agguantato la vittoria, bissando così il successo del mese scorso nella prima prova del mondiale FIA, lo Snow Trophy disputato sulle Alpi. Terza prova del mondiale sarà a metà maggio la San Marino-Vaticano. Ci saremo anche noi.

12/03/2015

Philip Young é morto. Quella dannata, banale caduta dalla motocicletta in Birmania ci ha portato via per sempre il più burbero degli amici, l'organizzatore principe dei più grandi rally internazionali. Solo lui era capace di inventarsi gare come il Giro del mondo in 80 giorni o la Pechino-Parigi (la prossima, giugno 2016, sarebbe stata la quinta: iscrizioni chiuse con 30 mesi di anticipo, 120 equipaggi da 26 paesi diversi!). Per vent'anni lo abbiamo considerato come la nostra stella cometa, organizzando la vita motoristica che ci appassiona secondo le sue proposte, sempre geniali, innovative, avventurose. Ci ha portato in Himalaya, due volte in Africa, in Pakistan e in Iran, nel deserto del Gobi e in Alaska. Ci ha fatto inviperire ed esaltare, ci ha riempito l'esistenza di ricordi indimenticabili. Lo abbiamo seguito praticamente in tutto il mondo. Decidendo di saltare, pur di ripetere l'avventura in Mongolia, la gara che per la prima volta portava un rally occidentale in Birmania. Dove Philip ha perso la vita, a 67 anni, mentre stava facendo la spola tra le palazzine dei vari uffici doganali, per agevolare come sempre il transito dei "suoi" concorrenti. Nessuno potrà prendere il suo posto. Nemmeno nei nostri ricordi.

01/03/2015

Da Singapore a Mandalay, un mese intero di lotta ma Gerry Crown (83 anni, due trionfi alla Pechino-Parigi) stavolta non ce l'ha fatta. Ha vinto la Porsche di Peter e Zoe Lovett. E dire che proprio il penultimo giorno Crown era riuscito a tornare in testa con due striminziti secondi di vantaggio. Ultima tappa, percorso misto con media imposta e controlli segreti. Crown ha preso dieci secondi di penalità, i Lovett sette. E così, per un secondo ha vinto la Porsche! Tra le anteguerra, come al solito, trionfo delle Chevrolet Fangio coupé, tutti loro i tre posti del podio. Ma l'applauso più convinto e sincero va a David e Karen Ayre che ancora una volta sono riusciti a portare a termine un rally massacrante a bordo della loro immortale Itala del 1907! 
Philip Young, l'organizzatore, se l'é vista brutta. Per agevolare il passaggio dei concorrenti, stava andando avanti e indietro in motocicletta al confine tra Birmania e Thailandia. É caduto a terra e ha battuto la testa. Lo staff medico lo ha ha fatto trasferire in ospedale a Bangkok. 

27/01/2015

Comincia da lontano questo conto alla rovescia. Ma se i preparativi per la Pechino-Parigi (P2P come abbreviano gli inglesi) non fossero già a buon punto, saremmo davvero nei guai. Una delle caratteristiche di questo genere di gare é che la durata non si misura nei giorni di competizione. L'adrenalina (anche se qualcuno in famiglia la chiama diversamente: ansia) comincia a salire mesi e mesi in anticipo; non dico che siamo già in gara, ma poco ci manca. La Giulia é in officina a Seregno, a giugno cominceranno le comparsate con la Scuderia del Portello, le conferenze, le speranze di stringere con gli sponsor. A novembre il primo week end in Inghilterra con briefing e prove di navigazione. E intanto, su Repubblica Motori una nostra esauriente anticipazione che va letta assolutamente.

Pagine